Rassegna Stampa | Il magazzino intelligente

La storia della Cooperativa Ceramica d’Imola attraversa tre secoli. Il segreto di un successo così longevo? La tecnologia, anche in magazzino.

Guardi le finestre, sono diverse tra loro perché sono state sostituite nel corso degli anni: è stato deciso di lasciarle così per sottolineare l’importanza della nostra storia.” Come spesso accade, sono i particolari apparentemente irrilevanti – nel caso specifico le scelte architettoniche della riconversione di un edificio industriale in zona espositiva – a raccontare l’anima di una realtà in modo più efficace di lunghe spiegazioni.

Ci troviamo presso la sede centrale della Cooperativa Ceramica d’Imola, un’azienda che rappresenta un unicum sotto tanti punti di vista. Il primo è legato appunto alla sua storia: nata il 22 giugno 1874 con la cessione agli operai della fabbrica di stoviglie e maioliche di proprietà dei fratelli Giuseppe e Angelo Bucci, decisa per contribuire “al progresso dell’industria e al miglioramento economico dei lavoratori”, l’azienda imolese è la più antica società Cooperativa italiana ancora in attività, espressione genuina delle capacità produttive e d’impresa di una delle zone, da questo punto di vista, più vivaci del nostro Paese.

Il secondo riguarda il settore di appartenenza, quello dell’industria ceramica: in un comparto dominato da pochi distretti – fra cui primeggiano a livello Europeo quello di Sassuolo, in Italia, e quello di Castellon, in Spagna – la realtà imolese si contraddistingue per la capacità di coniugare arte e industria, come testimonia il museo della Cooperativa che raccoglie un’ampia selezione di ceramiche storiche e i pezzi unici creati da artisti del calibro di Giò Ponti, Enrico Baj, Arnaldo Pomodoro, Emilio Tadini, solo per citarne alcuni. [Leggi articolo completo]

Il Giornale Della Logistica – Giugno 2017 – Anno 17 N5 | Il Magazzino del Mese

By | 2017-07-05T14:38:49+00:00 5 luglio 2017|Rassegna Stampa|Commenti disabilitati su Rassegna Stampa | Il magazzino intelligente